Home > Vulnerabilità sismica> I rilievi
  >>  Verifica di vulnerabilità sismica e statica
 
Rilievi e verifica
 

controstab copertina relazione tecnica

Il protocollo SISMOCERT prevede un forte coordinamento tra i rilievi in situ e la modellazione, al fine di garantire una verifica sismica e statica oggettiva e coerente: i rilievi eseguiti influenzano infatti la modellazione dell’edificio. Per questo, le squadre Tecnoindagini definiscono il piano prove specifico sulla base delle informazioni necessarie alla modellazione, prestando attenzione anche a razionalizzare il numero e l’invasività delle indagini.

Rilievi modellazione

SISMOCERT®: i rilievi

Il metodo di analisi SISMOCERT® prevede indagini diagnostiche in situ, prove strumentali e visive secondo un approccio graduale e analisi preferibilmente non distruttive.

trattino giallo

Rilievo geometrico

Individuazione e definizione delle componenti costruttive presenti nell’edificio.

trattino giallo

Rilievo dei materiali

Individuazione e valutazione della tipologia e della qualità dei materiali utilizzati nell’edificio.

trattino giallo

Rilievo vulnerabilità

Individuazione delle criticità che possono diventare pericolose per la sicurezza dell’edificio.

Caratteristiche Sismocert

Richiedi sopralluogo

SISMOCERT®: La modellazione

Le caratteristiche raccolte attraverso i rilievi vengono elaborate dal modello SISMOCERT®, che verifica la reazione dell’edificio alle sollecitazioni sismiche e statiche. Il modello rileva anche la gerarchia degli elementi che vanno in crisi e fornisce gli indici di sicurezza sismica e statica.
A seconda delle finalità della verifica, la modellazione SISMOCERT® viene impostata ed eseguita a diversi livelli di dettaglio e approfondimento, come previsto dalle Norme Tecniche 2018.

Relazione finale